All’Unicef il Premio inPace 2018. Ad annunciarlo, al termine della cerimonia di consegna del prestigioso riconoscimento, per l’edizione 2017, ad Amnesty International Italia nella Sala polifunzionale “Mario Benincasa” di Cetara, il direttore organizzativo di  ..incostieraamalfitana.it Festa del Libro in Mediterraneo, Alfonso Bottone.

Il Premio, opera in maiolica, realizzata dal maestro ceramista Nicola Campanile di Vietri sul Mare, è rivolto a tutti quegli “operatori di pace” che, nel nostro Paese, lavorano, a volte nel più assordante silenzio, a costruire ponti di fratellanza ed uguaglianza tra i popoli, per cercare di far cessare le guerre e riaffermare i diritti dell’uomo.

E così dopo l’Associazione “Rondine” Cittadella della Pace di Arezzo nel 2015 nella Chiesa di San Domenico a Maiori, l’AGESCI Associazione Guide e Scouts Cattolici Italiani nella Basilica di Santa Trofimena a Minori nel 2016, Amnesty International quest’anno a Cetara, è il Fondo delle Nazioni Unite per l’infanzia ad iscrivere il proprio nome nell’Albo d’Oro del Premio inPace, che sarà consegnato in Costiera Amalfitana alle porte del Natale 2018.

Nel corso della cerimonia di premiazione (nella foto Annalisa Zanuttini, componente del Comitato Direttivo della Sezione Italiana di Amnesty International, che ritira il premio per l’edizione 2017), con il patrocinio del Comune di Cetara, della Pro Loco di Cetara, della Pro Loco di Salerno Città visibile, di Ce Tour Agenzia viaggi a Cetara, sono state altresì assegnate due Menzioni Speciali all’Associazione Salerno 1943 e all’Ente Sbandieratori Cavensi per il loro impegno a favore della pace e dell’integrazione tra i popoli, attraverso la loro attività sul territorio.

Durante la serata è intervenuto Luigi Libra, ambasciatore della Canzone napoletana nel mondo, a cui è stato consegnato uno dei Premi ..incostieraamalfitana.it Marchio Italy che, nel corso dell’XI edizione di ..incostieraamalfitana.it Festa del Libro in Mediterraneo, erano già stati assegnati a protagonisti economici e culturali del nostro Mezzogiorno d’Italia che portano il nome del Bel Paese nel mondo, come Gabriel Zuchtriegel, direttore del Parco Archeologico di Paestum, l’azienda Cartesar di Pellezzano (SA), l’evento ModArte che coniuga alta moda e recupero del patrimonio artistico.